close x

5 modi per aumentare gli iscritti alla vostra pagina Facebook

facebook_cubic_logo - 300x190 Ferme restando ovviamente le valutazioni del caso in maniera di PPC campaign e Facebook Advertising e compagnia bella, da considerare di volta in volta e a seconda degli obiettivi che ci si prefissa di ottenere, è possibile aumentare gli iscritti alla propria pagina Facebook in maniera organica e intelligente, senza incorrere in eccessivi sprechi di tempo e denaro?

La risposta è SI. E per farlo basta armarsi di: un minimo di accortezza nella gestione dei contenuti pubblicati, un po’ di conoscenza del mezzo (il social network più famoso al mondo ma che ancora qualche “segretuccio del mestiere” se lo tiene ben stretto), una buona dose di pazienza e voglia di fare, e seguire questi pochi e semplici consigli per gestire onestamente la vostra pagina, e vedere i primi risultati presentarsi nel giusto tempo.

1.  Create una community e un piano di comunicazione integrata che le parli:

Il primo passo, se non il fondamentale, come abbiamo già più volte detto è creare un piano di comunicazione integrato fra più canali, e non lasciare la vostra pagina Facebook a “cantare fuori dal coro”, ovvero a parlare da sola ai vostri followers.

Inserite dunque il link alle vostre pagine social sul vostro sito, date spazio alla fan box con i profili dei vostri follower o lo streaming in tempo reale delle vostre comunicazioni sui social in generale –e sulla pagina Face in particolare – oppure ancora date spazio sul vostro sito ai commenti che provengono dalla pagina.

E non ultimo, collegate la vostra pagina Facebook ad altre pagine che trattano argomenti simili (utilizzando l’apposita funzione “Like as your page”) e stimolate la conversazione con esse: i loro follower avranno l’occasione di vedervi, interagire con voi, e magari decidere di seguirvi proprio grazie alla puntualità e bontà dei vostri commenti, consigli, interazioni.

2. Inserite il link alla vostra pagina ovunque riusciate a farlo:

Inseritelo su Twitter, Pinterest, GooglePlus, Linkedin, Youtube, sul vostro blog, nelle vostre email ai clienti e in quelle promozionali, sul vostro bigliettino da visita e su tutte le brochure. Producete delle vetrofanie per l’ufficio, se occorre, o qualche simpatico gadget da lasciare ai clienti… il mondo del marketing

Non diciamo di arrivare a minacciare i vostri dipendenti di licenziamento se non si iscrivono e non promuovono la pagina aziendale.. ma provate a pubblicare contenuti abbastanza interessanti da convincerli a farsi i primi ambasciatori del vostro verbo (dopotutto, nulla più di un dipendente felice può parlare bene – e con efficacia tripla rispetto ad una pubblicità qualunque- della vostra azienda).

Parlate della vostra pagina Facebook durante le presentazioni aziendali o le occasioni di incontro con i clienti, invitateli ad iscriversi per avere notizie in anteprima e gli ultimi aggiornamenti sulla vostra azienda (e poi pubblicateli anche, però, questi aggiornamenti!).

3. Siate convincenti:

Date delle buone motivazioni per seguirvi, altrimenti oggi vi seguiranno e domani smetteranno! Se promettete qualcosa (informazioni, sconti, contenuti esclusivi, anteprime, etc.) mantenetelo fedelmente.

Se mettete in piedi una campagna di “raccolta like”, provate a mettere in palio un premio – anche simbolico – ad organizzare un piccolo contest (sempre prestando DUE occhi di riguardo alla normativa Italiana che in materia di contest e concorsi è a dir poco “lievemente restrittiva”…), a stimolare creatività e ingegno dei vostri follower, a coinvolgerli, ad incentivarli, a tentarli, ad attirarli con le più efficaci lusinghe, sulla vostra pagina.

4. Curate la comunicazione della pagina in ogni suo aspetto:

Siate proattivi, siate coinvolgenti, siate spiritosi (il giusto) e puntuali e precisi (con la pubblicazione): non lasciate nulla al caso, né il timing del posting né gli argomenti, né lo stile della comunicazione né la sua creatività. Tutto fa (buona o cattiva) impressione, soprattutto sulla vostra pagina Facebook (che ormai viene visitata più spesso che il vostro sito aziendale da chi è a caccia di informazioni su di voi!).

5. Infine (se ve la sentite), promuovete la pagina con i sistemi a pagamento:

Che poi sarebbero i famosi Facebook Advertising, Google Adwords, e le campagne pay-per-click. Il costo dell’operazione è giustificato dalla maggiore targettizzazione che si rende possibile tramite questi mezzi, e che vi permette  di convertire il vostro investimento in nuovi follower appartenenti al target giusto che avete individuato e cui avete puntato. Che poi sarebbero anche quelli potenzialmente più in grado di convertire a loro volta il follow in azione e “Shopping”.. ovvero a comprare i servizi che pubblicizzate tramite la pagina.

L’unico accorgimento in questo caso, è essere sicuri di investire bene, e quindi giungervi preparati: affidatevi a professionisti che vi sappiano indirizzare, nelle delicate fasi preliminari di individuazione target e obiettivi, così come nelle fasi della campaign vera e propria e in quelle di fine tuning e analisi successive: il Facebook advertising non è il regno del fai-da-te, e nemmeno il laboratorio dello scienziato pazzo… d’accordo?

In pochi mesi, seguendo questi semplici consigli, potrete già  vedere risultati positivi, e il numero di follower sulla vostra pagina Facebook in costante crescita.

 

Chi è 

Laureata in comunicazione e nuovi media e con un master in Tourism Management, entrambi conseguiti presso Università IULM di Milano, ha proseguito il proprio percorso lavorativo in ambito revenue, marketing e web marketing, collaborando con prestigiose catene alberghiere e piccoli hotel indipendenti. È oggi consulente di strategie di web marketing e online advertising, social media e community manager, e copywriter creativa per il web.

    Altre informazioni su di lei in :
  • googleplus
  • linkedin
  • pinterest
  • twitter
Condividi questo articolo.Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+2Share on LinkedIn1

facebook hotel social media hotel tecnologie0 comments

Leave a Reply