close x

Integriamoci! – Tina Ingaldi al BTO 2014

classe-300x190Online, web, Ota, disintemediazione, reintermediazione, mediazione intelligente, booking engine e molto altro. La rete  è piena di argomentazioni intelligenti sulla tecnologia, direi addirittura una sovraesposizione mediatica di questi argomenti. Tanta è l’importanza che rivestono gli aspetti esteriori delle tecnologie, che permettono di dare grande visibilità nella promozione di nuovi business e nella comunicazione; quanto scarso è l’interesse per l’integrazione, ancora lontano dalle logiche del mercato.

Il grande vantaggio della tecnologia finisce col diventarne il grande limite: strumenti diversi non integrabili tra loro, incapaci spesso di fornire una fotografia dello stato dell’arte e limite, talvolta, alle strategie complesse che oggi il web richiede.

Il rapporto delle aziende turistiche con le tecnologie è quanto meno problematico: da un lato l’importanza crescente verso le infrastrutture tecnologiche che traghettano prodotti e servizi sul web rendono necessario un continuo sviluppo, dall’altro spesso l’incapacità di dare grande spazio alle infrastrutture focalizzandosi sul solo aspetto estetico/esteriore diventano l’ostacolo per la crescita del business e un corretto posizionamento sul mercato, generando una lotta impari con i grandi colossi del web.

Non sempre le strutture alberghiere sono state capaci di cogliere questa grande opportunità, ma se inizialmente il problema è stata la tecnologia, oggi il problema è legato alla capacità di modificare il proprio modo di comunicare e fare affari sul web, limitato dall’osservazione che l’uso anarchico di diversi strumenti scollegati tra loro non produce la giusta fiducia nella gestione delle problematiche legate alla distribuzione e comunicazione web.

Oggi è tanto più importante avere il controllo sulla tecnologia quanto comprendere il giusto grado di investimento, evitare l’eccesso dell’uno e l’obsolescenza dell’altro sono parimenti importanti.

La tecnologia e il sistema economico nel quale si cala, sono componenti di un’unica visione, strettamente connessi.
Un buon mix vede insieme diversi elementi tecnologici con vari gradi di maturazione capaci di affiancarsi a strumenti in crescita e innovativi in grado di adeguarsi ai cambiamenti repentini del mercato, regalando alle aziende la giusta flessibilità e capacità di modificare rapidamente il proprio atteggiamento sul mercato.

L’integrazione in questo campo,  risulta essere l’unica arma capace di fronteggiare tali cambiamenti: il web si muove velocemente ma favorisce anche una forte integrazione tra le diverse tecnologie.

Un sistema integrato, PMS, B.E.,  rate manager  e tutto il complesso di strumenti oggi indispensabili per coordinare la comunicazione verso i propri clienti, se ben gestiti danno un vantaggio competitivo di vitale importanza per le aziende.

Strumenti non integrati comportano spesso un incremento dei costi ed una complessità tecnologica che mal si adatta alla rapidità del mercato e al ciclo di vita dei prodotti che vedono integrarsi strategie economiche con implicazioni finanziarie e amministrative.

Un esempio per tutti: gli utenti sono oggi abituati a creare da soli il loro viaggio, a personalizzarlo a sentirsi slegati dalle rigidità del vecchio modo di viaggiare. Fornire ai propri clienti siti dinamici capaci di essere perfettamente integrati, o rendersi rintracciabili nella rete a diversi gradi e in diversi modelli di business, con strategie tariffarie che si adoperano per rispondere ad ogni esigenza di soggiorno è indispensabile. Le strategia tariffarie inoltre devono essere costruite con consolidate tecniche di revenue che tengano conto dei costi e delle numerose situazioni che incidono sulla determinazione del pricing (pick up, analisi concorrenza, forecast).

In questo percorso concorrono numerosi software che se non correttamente integrati tra loro rischiano di farvi apparire non in linea con le richieste del mercato. I modelli web hanno prodotto, e continueranno a produrre nuovi modelli di business online. Il turista o viaggiatore diventa recensore, commentatore, blogger, membro attivo di una community, fotografo amatoriale, video maker, podcaster. Dotarsi di strumenti capaci di integrare tutte queste nuove aree diventa quindi assolutamente indispensabile.

Vi aspetto il 3 dicembre alle ore 11.10 al BTO a Firenze.

Sala 6-Focus Hall, mini-workshop sulle strategie di #revenue e marketing (e non solo): non perdetevelo!

Chi è 

Condividi questo articolo.Share on Facebook4Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0

Blog revenue hotel0 comments

Leave a Reply