close x

Il foto-sharing e il settore alberghiero

articolo pinterestMolti alberghi sono alla ricerca di nuovi mezzi di tecnologici per promuoversi.
E’ vero che per molto tempo la condivisione delle foto sui social network è sembrata solo una moda , ma alcune delle piattaforme di condivisione foto come Instagram e Pinterest potranno permettere agli albergatori di di raggiungere una clientela più ampia e con modalità sempre più innovative e creative.

Alcune agenzie di viaggi in particolare prevedono che le piatteforme di “foto-sharing” usati come Pinterest e Instagram (acquistato da tempo da Facebook) potranno giocare nel 2014 un ruolo sempre più importante nel mondo dei viaggi,sia per la promozione virale delle strutture che, per i viaggiatori che inviano sempre più “cartoline digitali” abbandonando i mezzi tradizionali.

Questi fatti sono supportati da alcuni studi tra cui una delle ultime ricerche del Pew research center che afferma che il 47% degli utenti web condividono foto e video online.

(fonte: http://pewinternet.org/Reports/2013/Photos-and-videos.aspx)

I gruppi alberghieri “Smart” come Starwood, ad esempio, stanno iniziando a rendersi conto della potenza di alcune funzionalità di queste “sharing communities” per raggiungere il pubblico in modo sempre più ampio.

L’uso è sempre più vario, dalle funzionalità di geolocalizzazione tra cui il “check-in” che sta sostituendo la vecchia e romantica cartolina ( quella scritta a mano e inviata con il postino con la dicitura: “Vorrei che fossi qui”), alle varie e potenti funzionalità di hashtagging su instagram, per creare delle gallerie personali e raccontare le proprie esperienze nei luoghi vissuti e condividerle con fotografie che parlano agli amici e al mondo.

E’ interessante vedere la crescita esponenziale degli utenti di instragram e Pinterest
che ha superato di grande lunga, almeno in %, la velocità di crescita temporale di facebook e twitter negli anni passati.

Secondo le stime di Starwood, gli ospiti abituali che soggiornano presso le 1.150 strutture distribuite in tutto il mondo, scattano e condividono circa 40.000 foto al mese solo su Instagram.

Tra i più grandi pionieri di Instagram nel settore del hotellerie, rimane un boutique hotel, della capitale Australiana (1888 hotel) che nella fase di apertura ha letteralmente imperniato tutte le foto dei propri nuovi arredi e servizi sulla piattaforma di condivisione photo quest’anno. L’albergo, 1888 hotel di Sydney, ha fatto un uso considerevole di Instagram al punto che viene chiamato “The instagram Hotel”.

instagram hotel

Cosa ha fatto di così particolare il nostro 1888?

Hanno costruito un’offerta per attrarre e servire la clientela digitalmente esperta:
notte gratuita per tutti gli instragrammers. All’interno della struttura è stato creato uno spazio per un “selfie” e diventare “protagonisti” del luogo facendo apparire le proprio fotografie istantaneamente sui mega schermi vicino alla front-desk della reception.

Un bell’esempio sull’uso dei nuovi social, che lasciano spazio all’uso creativo e a come potrà aiutarci a migliorare il buzz marketing e il nostro brand online e di conseguenza incrementare le vendita.

Sammer Allamadani

Condividi questo articolo.Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+1Share on LinkedIn0

Blog pinterest hotel social media hotel tecnologie0 comments

Leave a Reply