close x

Eventi su Facebook: una case history di successo

Una delle più interessanti feature a disposizione degli utenti di Facebook è, a mio avviso, la possibilità di creare e gestire Eventi sulla propria pagina Facebook.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche degli Eventi di Facebook, come crearli, come gestirli, e quali risultati è possibile ottenere, e quindi perché sarebbe utile e proficuo dedicare una particolare attenzione alla creazione e manutenzione dei propri Eventi su Facebook.

Evento su Facebook, come crearlo

Anzitutto, ricordiamo che la creazione di un Evento su Facebook è molto simile a quella di un post, si ottiene con una procedura guidata (che inizia cliccando sulla voce “crea un evento” disponibile fra le varie del menu a tendina appena sotto alla header di una pagina business su Facebook) che chiede poche informazioni sull’evento stesso: date coinvolte, luogo interessato, breve descrizione (titolo breve, hashtag, descrizione breve + descrizione più dettagliata), link alla piattaforma da cui acquistare eventualmente i biglietti (o possibilità di indicare come evento gratuito), spunta per indicare evento adatto alle famiglie, foto dell’evento (che compare poi in tutti i post dedicati, e deve avere misure specifiche: 1920 x 1080 pixel almeno) e, infine, la possibilità di indicare co-organizzatori dell’evento (pagine o persone).

Quest’ultima è l’opzione più utile, assieme alla creazione dell’evento stesso, di tutte: la possibilità di nominare co-organizzatori dell’evento permette infatti non solo di indicare i partner che collaborano all’iniziativa stessa all’interno dell’area dedicata all’evento, ma di dar loro la possibilità di contribuire con post (immagini, testo, video) all’evento stesso.

Inoltre, l’evento sarà presente oltre che sulla pagina di chi lo ha organizzato (e sulle bacheche di chi segue quella pagina) anche sulla pagina di tutti i co-organizzatori, e relative bacheche dei fan.

La primaria utilità della creazione di un evento Facebook, infatti, è la visibilità estesa che ne consegue.

E proprio per questo motivo: non solo avranno la possibilità di accedere (gratuitamente e senza ads) al post i fan della vostra pagina business, ma anche quelli delle pagine co-organizzatrici e, a cascata, gli amici degli amici di chi interagisce con l’evento stesso e i suoi post.

Evento su Facebook: visibilità e viralizzazione

Abbiamo appena visto che la creazione di un Evento su Facebook, e la nomina di co-organizzatori di un evento, permette di estendere la visibilità organica dell’Evento e dei post relativi, ben oltre il solito range di azione dei post “normali” della vostra pagina business.

L’Evento e i post che condividerete sulla sua Storyline, beneficeranno di un vero e proprio effetto “virale” a cascata, che si estenderà a seconda di quante persone riuscirete a coinvolgere fra co-organizzatori, loro fan, amici e loro amici, e così via (in perfetto stile Catena di Sant’Antonio, ma più soft, e basato sul consenso): basterà che una persona interagisca con i post dell’evento (con like, commenti, condivisioni o indicando le proprie preferenze fra: Partecipo, Mi interessa e Non partecipo), perché gli amici di quelle stesse persone si trovino in bacheca un post che indica quelle stesse preferenze e interazioni, e che li invita a partecipare, se interessati.

Inoltre, post dedicati all’evento si “attivano” quando un amico si trova nelle vicinanze all’evento stesso (che è localizzato).

I curiosi post “Tizio sta partecipando ad un evento vicino a te” sono generati automaticamente da Facebook per dare maggiore visibilità agli eventi e stimolare la partecipazione delle persone, in perfetto stile Grande Fratello dei Social Network… perché non approfittarne?

Rispetto ad un post classico in bacheca sulla propria pagina business di Facebook, quindi, un Evento è in grado di racimolare visibilità aggiuntiva:

  • Sui fan delle pagine che co-organizzano l’evento
  • Sugli amici delle persone invitate o che hanno interagito con l’evento
  • Fra gli eventi elencati nella sezione “Eventi” di Facebook (in generale, più alto il numero di partecipanti più avrete la possibilità di vedere l’evento anche fra i “consigliati” da Facebook anche in maniera indipendente da dove si svolge o quanti vostri amici parteciperanno – che sono poi i due dati che permettono all’algoritmo di mostrarvi con più facilità l’evento stesso)
  • Per prossimità e localizzazione alle persone e pagine invitate o che hanno interagito con l’evento (soprattutto nei pochi giorni prima o durante le date dell’evento)

Evento su Facebook: come mantenerlo aggiornato

Per sfruttare il meccanismo positivo di viralizzazione delle visualizzazioni e coperture dell’evento stesso, però, è di vitale importanza mantenerlo aggiornato. Ciò sta a dire che dovreste dedicare da 1 a 3 post minimo al giorno da inserire nella storyline dell’evento per stimolare la partecipazione e interazione da parte di chi è stato invitato o parteciperà/è interessato.

Più i materiali saranno interesanti, sia nella fase pre che durante l’evento, più sarete in grado di estendere visualizzazioni, copertura e interazioni con i post, aumentandone l’efficacia.

Non dimenticate comunque di condividere i post più significativi anche sulla bacheca della vostra pagina Facebook business (perché non ci finiscono automaticamente), in modo da sfruttare l’effetto positivo della doppia esposizione (che non si traduce in una ripetizione, ma vi permette di colpire oltre ai fan della vostra pagina che si sono iscritti all’evento anche quelli che ancora non l’hanno fatto).

Non dimenticate, inoltre, che una delle armi più potenti a vostra disposizione non solo sull’Evento di Facebook ma in generale, sono i Video in diretta:  ultima moda, nemmeno troppo passeggera, del web, i video in diretta (o live streaming) sono la ciliegina sulla torta. Totalizzano visualizzazioni altissime (anche se le interazioni non sono poi granchè, soprattutto durante la diretta in sé, ma poi Facebook li rende comunque disponibili ad libitum, e ci si può interagire anche in un secondo momento), vengono intrinsecamente “sponsorizzati” da Facebook che ne spinge la visibilità ben oltre a quanto faccia ad esempio con post normali o di immagini, o anche con i  post video “pre-registrati” e caricati, e sono in generale il passaggio sicuro verso statistiche stellari (vedremo poi).

Assicuratevi quindi di inserire almeno 1 video in diretta (ma che sia di un momento “clou”) collegato all’evento e raggiungerete risultati garantiti con il minimo sforzo e investimento pari a 0.

L’unica pecca di tutto il sistema ddegli Eventi Facebook, in pratica, è che i post dell’evento si possono caricare in un’unica lingua. Se desiderate caricare i post in più lingue potete solo duplicarli, o scrivere il testo nelle varie lingue ma su unico post (un vero peccato, soprattutto per gli eventi che coinvolgono potenzialmente un pubblico multilingue o multi-nazionalità, come è capitato per l’evento oggetto della nostra case history, la Villasimius Football Cup 2017 – seconda edizione del torneo di calcio giovanile che vedeva partecipare anche squadre provenienti dall’estero).

Evento su Facebook: il tema dell’evento

Una piccola feature divertente a disposizione degli organizzatori e degli utenti, è la possibilità di creare le “Skin” con il tema dell’evento: ovvero delle immagini/watermark molto simili a quelle disponibili sulle varie app di modifica e scatto foto per i dispositivi mobile che permettono agli utenti di scattare foto “personalizzate” sul tema dell’evento.

Nel nostro caso abbiamo creato un semplice watermark con il logo, adattato alle varie dimensioni (verticale, orizzontale, thumbnail) e lo abbiamo caricato online e messo a disposizione di chi volesse scattarsi le foto tematizzate. L’opzione è ancora poco conosciuta e utilizzata, ma è stata una scusa valida per dare un’immagine coordinata all’evento stesso. E resterà online e in archivio “temi” anche per il futuro.

Evento su Facebook: il posizionamento

Abbiamo visto dunque come una corretta gestione dell’evento e di tutti i post che lo riguardano può permettere di raggiungere un’alta visibilità in pochissimo tempo e a costo quasi nullo (salvo che il costo della gestione operativa: materiali, persone coinvolte per gli aggiornamenti sull’evento, eventuale sponsorizzazione ads, etc.).

I risultati apprezzabili, però, non si limitano solo sulla piattaforma “nativa”, ovvero Facebook, ma si estendono fino a raggiungere i motori di ricerca. E questa è un’altra cosa che può fare molta gola, soprattutto se consideriamo l’immediatezza dell’azione (non bisogna aspettare i “mesi” dell’indicizzazione classica cui sono sottoposte le pagine web, ad esempio, ma succede praticamente in una notte o poco più) e la sua “gratuità”.

vfc-motori-ricerca

Come si nota in questo caso in poche ore il link alla pagina Facebook degli organizzatori dell’evento ha raggiunto la seconda posizione organica (ovvero non a pagamento) dei risultati di ricerca su Google per la keyword principale (il nome dell’evento). in seconda posizione solo rispetto al sito web ufficiale dell’evento (posizione non raggiungibile da altri siti web nemmeno  a pagamento, poiché google “protegge” la priorità di visualizzazione della url che contiene il nome dell’evento).

Tale risultato sarebbe stato raggiungibile con un sito web alternativo solo al costo non indifferente di una pianificazione dedicata, attività SEO a pagamento e tempistiche ben più lunghe per far lavorare il planning di keyword ads.

Evento su Facebook: i risultati

Siete curiosi di scoprire l’evento in case history come si è comportato online e quali risultati ha portato?

Ecco qualche numero:

  • 7,2mila persone sono state raggiunte durante i tre giorni di evento tramite i post dell’evento stesso
  • 1,1 mila visualizzazioni sono state totalizzate sui post dell’evento su Facebook
  • 180 interazioni sono state stimolate e tracciate sui post dell’evento (fra click, commenti, like e condivisioni)
  • Le visualizzazioni totali sulla pagina Facebook che ha creato l’evento sono salite del +195% nella settimana che conteneva i giorni dell’evento
  • Le interazioni totali sui contenuti della pagina sono salite del + 285%
  • La copertura totale dei post (quindi anche i post che non avevano a che fare con l’evento) è salita del 197%
  • Le visualizzazioni totali dei video sono salite del 153mila% (alle volte gli insights di Facebook danno proprio i numeri)
  • Il video in diretta più gettonato dell’evento ha totalizzato 3,8k di copertura, + di 800 click e + d 200 interazioni (commenti, like, click, condivisioni)

Il tutto in maniera organica, senza sponsorizzazioni a pagamento con ads.

E allora, cominciate a capire perché gli Eventi Facebook possono diventare facilmente la gallina dalle uova d’oro?

Indecisi sulla possibilità/opportunità di creare un Evento sulla vostra Pagina Facebook? Incerti su come gestirlo? Lo possiamo fare noi per voi!

Contattateci per una consulenza mirata cliccando qui o tramite il form che trovate online e vi aiuteremo volentieri! 

Chi è 

Laureata in comunicazione e nuovi media e con un master in Tourism Management, entrambi conseguiti presso Università IULM di Milano, ha proseguito il proprio percorso lavorativo in ambito revenue, marketing e web marketing, collaborando con prestigiose catene alberghiere e piccoli hotel indipendenti. È oggi consulente di strategie di web marketing e online advertising, social media e community manager, e copywriter creativa per il web.

    Altre informazioni su di lei in :
  • googleplus
  • linkedin
  • pinterest
  • twitter
Condividi questo articolo.Share on Facebook4Tweet about this on TwitterShare on Google+3Share on LinkedIn1

Blog facebook hotel social media hotel0 comments

Leave a Reply