close x

Non si naviga più come una volta

navigazione siti hotelIn molti credono ancora che un sito web debba essere sfogliato come un catalogo, dall’inizio alla fine, dalla home page passando per le camere, continuando per la gallery e arrivando ai contatti.

Non funziona più così.

L’indicizzazione delle pagine nei motori di ricerca, la veicolazione di informazioni specifiche nei canali social e la sempre più elevata attitudine dei navigatori a cercare con parole specifiche, hanno fatto in modo che la home page abbia perso importanza.

Un esempio? Se dovete cercare l’indirizzo dell’hotel che dovete raggiungere per le vacanze, su Google scriverete “hotel xxxx indirizzo” e non solo “hotel xxxx”, giusto?

E così l’accesso è diretto alla pagina dei contatti, saltando la home page, sempre se i metatag di ogni singola pagina del vostro sito sono stati gestiti correttamente (title, description, h1….).

Abbiamo sempre poco tempo e siamo abituati a trovare tutto subito sul web, quindi accedere alla home per poi dover cercare dov’è riportato l’indirizzo potrebbe essere scoraggiante e irritante per chi naviga.

E’ un’indagine del New York Times a porre l’attenzione su questo dato: solo un terzo dei lettori accede alla home page del famoso quotidiano.

Certo questo tipo di situazione è più diffusa in un sito giornalistico in quanto l’utente cerca le singole news a cui è interessato, ma sarà sempre più presente anche nel mondo alberghiero.

Una corretta strategia social infatti punta a ottenere un numero maggiore di visite al sito web, linkando promozioni, notizie del territorio e servizi offerti, quindi sempre di più sposteremo l’attenzione dalla home page.

Ciò non significa che la home page non debba continuare a seguire delle “regole” di usabilità che permettano un facile utilizzo del sito, ma che tutte le pagine interne devono essere curate nel minimo dettaglio e riportare un facile accesso agli aspetti da mettere in rilevanza dell’hotel, una call to action, il booking ben visibile.

La home page potrebbe anche distaccarsi dalla logica classica: logo, menu, immagine di testata, booking, testo; potrebbe invece riportare dei box con gli elementi in evidenza, dinamici, in modo da poter colpire l’utente e portarlo dove vogliamo, è forse arrivato il tempo di iniziare a cambiare e differenziarsi?

Un nuovo layout grafico però non può prescindere dal mantenere gli elementi base del sito come logo, menu e booking (le “regole” di usabilità citate prima), solo così la navigazione potrà essere facile per vari target di utenti anche se introducono delle parti innovative.

Le logiche di navigazione e le regole di usabilità non sono però eterne, cambiano con la maturazione della rete e a volte con un cambiamento lento e graduale vanno a perdersi, come ad esempio l’eliminazione della voce “home” nel menu che oramai tutti sanno (spero) che è rimpiazzata dal clic sul logo.

Guardiamo quindi avanti, provando a innovare i siti degli hotel e preparando le pagine del sito e le landing page nel miglior modo possibile per orientare i clienti verso gli aspetti che più ci interessano, dando loro facilmente tutte le informazioni utili per non abbandonare il sito perché “non chiaro”.

Chi è 

Condividi questo articolo.Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn2

Blog facebook hotel siti mobile hotel sito web hotel social media hotel tecnologie0 comments

Leave a Reply