close x

Consigli ai ristoratori per sfruttare a proprio vantaggio i social media – parte 2

social-restaurants-300x190-2Nello scorso post abbiamo visto come utilizzare in maniera semplice e efficace i social media a vostro vantaggio, per promuovere il vostro business. Quest’oggi ci concentriamo sulle best practice per la gestione efficace dei social media: ovvero pianificazione, strategie, cosa fare e cosa NON fare, e qualche piccolo consiglio pratico.

Gestire la vostra presenza online con successo e dedizione è la chiave di volta per fornire degli ottimi motivi al pubblico per diventare vostro cliente PRIMA ANCORA che si rechi da voi, MENTRE è da voi, e DOPO che è stato da voi, quando dovreste convincerlo a RITORNARE (da voi).

Bisogna ricordare che almeno l’80% dei futuri clienti di un ristorante controlla online recensioni e informazioni prima di prenotare/recarcisi. L’80%. Non avete scampo: DOVETE presentare delle informazioni GUSTOSE, in grado di convincere il pubblico a provarvi,.

Come è possibile ottenere questi preziosi risultati? (Abbastanza) Semplice:

  1. Dedizione e presenza: non presenza passiva o presenza “una volta ogni tanto” sui social, e nemmeno presenzialismo, ma presenza attiva, concreta, costante. Nulla la dice più lunga sulla vostra serietà che una pagina social ben curata nella forma e nella sostanza (ormai vi abbiamo fatto una testa così su questo punto anche nei precedenti post!!)
  2. Siate voi stessi: ammettiamo che sia difficile far capire chi siete già ai vostri clienti, figuriamoci se avete il web marketing in outsourcing a un professionista o ad una agenzia esterna… però fatelo. Insistete su questo punto. Date un taglio personalizzato e personale ai vostri profili. Non siate “il solito” ristorante che mette online i menu e basta. Fatevi vedere, raccontate cosa succede da voi, documentate i dietro le quinte, fate sorridere i vostri clienti anche quando non sono fisicamente da voi!
  3. Strategia di comunicazione: pensatela, fissatela, attenetevi alla vostra strategia di comunicazione. Fate in modo che il vostro piano di comunicazione includa tutti i social su cui volete essere presenti, ma che tratti ciascuno secondo le proprie peculiarità. Poi fateli parlare insieme, non uno sopra all’altro o privilegiando uno sull’altro. Postate le stesse foto, ma dategli un taglio diverso (necessariamente i 140 caratteri di Twitter con cui potrete accompagnarlo vi impegneranno già a farla più breve rispetto che su GooglePlus o su Facebook, and esempio, e così via)
  4. Usate tutti i tool a vostra disposizione per massimizzare gli sforzi (e il profitto) della vostra presenza sui social (Hootsuite per condividere su più fronti, gli analythics per monitorare i trend e le vostre performance, e così via)
  5. Gestite le recensioni: nel bene e nel male, la grande rivoluzione corsa sul web è stata la possibilità di consultare – e lasciare –recensioni su luoghi e servizi provati. Può non piacerci, ma non possiamo nemmeno fare finta di niente: GESTIRE le situazioni, soprattutto quelle spiacevoli, può diventare un’opportunità, invece che una sconfitta (ricordate? Ne abbiamo già parlato qui)
  6. Che si tratti di riunioni post-recensione negativa (o positiva) o di daily briefing per discutere il menù: incontrate i vostri collaboratori. Fate tavola rotonda, scambiatevi opinioni e suggerimenti, parlate di cosa è andato storto e di come potete migliorare, e soprattutto, prima di tutto: non rimanete mai troppo rigidi e fissi sulle vostre posizioni. Alla gente piace cambiare, e farsi stupire.
  7. Pensate prima di esprimervi: che si tratti della risposta ad un commento,a  un complimento, a una critica, o che sia un nuovo tweet, post o cambio di status… pensateci un attimo, prima di postare a vanvera. Dopotutto, non ve ne uscireste mai urlando la prima cosa che vi capita in mente dalla porta delle cucine, no?
  8. Delegate: soprattutto se non siete degli esperti del web/marketing… delegate a qualcuno che ne sa di più. Chi più di voi può comprendere che “a ognuno il suo”: così come un ristoratore può non essere lui stesso uno chef (e viceversa), altrettanto non può improvvisarsi social media manager, comunicatore, o creativo. Lasciate fare a chi può veramente dare una marcia in più al vostro business online!

 

E se avete bisogno… ovviamente, noi siamo qui.

(post liberamente ispirato all’infografica “Social Media for Restaurants – best practice explained” di FSC interactive)

 

Chi è 

Laureata in comunicazione e nuovi media e con un master in Tourism Management, entrambi conseguiti presso Università IULM di Milano, ha proseguito il proprio percorso lavorativo in ambito revenue, marketing e web marketing, collaborando con prestigiose catene alberghiere e piccoli hotel indipendenti. È oggi consulente di strategie di web marketing e online advertising, social media e community manager, e copywriter creativa per il web.

    Altre informazioni su di lei in :
  • googleplus
  • linkedin
  • pinterest
  • twitter
Condividi questo articolo.Share on Facebook9Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn2

ecommerce recensioni on line social media hotel tecnologie0 comments

Leave a Reply