LUN – VEN 09.00 – 13:00 | 14:00 – 18:00

sito web hotel

Estate, tempo di vacanze. Per alcuni, ma non per tutti. C’è chi, come noi, approfitta dei ritmi rallentati per tirare le somme sul lavoro compiuto in questa prima metà dell’anno, nell’ottica di prepararsi, con le armi della ragione e della conoscenza ben affilate, al rientro autunnale e al rush di fine anno.

Abbiamo visto in un paio di post precedenti come il fenomeno generazionale dei Millennials stia prendendo sempre più piede, arrivando a condizionare i mercati di riferimento di beni di lusso, beni di consumo e turismo.

Partiamo da un assunto incontestabile: un sistema di prenotazione online, qualunque esso sia, non è il Sacro Graal, non fa miracoli e non convertirà alcunché se a monte non esiste un piano web marketing ragionato e ben strutturato.

A differenza delle compagnie aeree, delle crociere e dei noleggi auto che ottengono risultati diretti migliori, il settore dell’hotellerie torna a soffrire. Come se alla ripresa dei flussi turistici post-crisi corrispondesse minor tempo da dedicare da parte dell’hotel alla cura delle offerte dirette, per esempio, presenti sul proprio canale istituzionale.

Che siate un’azienda o un privato, un hotel o una destinazione, se avete il desiderio di “posizionarvi” bene sui social (oltre che sui motori di ricerca e sugli altri canali di distribuzione), ormai dovreste avere un concetto ben chiaro: necessitate di un piano strategico e di una meticolosa organizzazione di strumenti, risorse, obiettivi e azioni per la vostra comunicazione.