Facebook Live streaming: un’opportunità per il tuo hotel?

facebook-live-stream

 

Chi di voi è assiduo frequentatore del social media per ecellenza (Facebook), non avrà certo mancato di notare il proliferare di account che “fanno” streaming live. Streaming live ovunque, e su qualunque argomento.

In alcuni casi lo streaming live è una cosa buona e giusta… in altri un po’ meno.

Chi di voi è poi un attivo utente e utilizzatore del social media per eccellenza (sempre Facebook, anche se in questo caso sta copiando fratelli “minori” che hanno fatto faville oltreoceano, aprendo la strada al fenomeno dello streaming live, come Periscope e Meerkat) forse si sta chiedendo: come posso fare anche io streaming live? E su quali contenuti?

Ma soprattutto: con quale “ritorno”?

La prima domanda che ciascuno di noi dovrebbe porsi, però, non è fra queste, ma è sempre la solita prima domanda che ci si dovrebbe porre prima di fare qualsiasi passo, che preveda un investimento di risorse e tempo anche minimo, ovvero: possiedo il prodotto giusto per questo tipo di tecnica?

E ancora: ho una strategia, o posso crearne una ad hoc? (in tempi brevi, utili, e soprattutto con gli investimenti adeguati…al mio portafoglio)

E quindi ecco che poi si arriva a considerare: mi conviene?

E infine: davvero, perché dovrei farlo, perché è la moda, lo fanno tutti, e io non voglio essere da meno?

Siccome la logica “dei pecoroni” se va bene non porta da nessuna parte, e se va male fa più danno che altro, sediamoci un istante insieme a riflettere sul problema: ho un albergo, o un ristorante, con la sua pagina su Facebook, è utile che mi organizzi per un live streaming?

La risposta a tutte queste domande è, sempre una: dipende.

Dalla voglia che avete di investire, in tempo  e risorse: sia la piattaforma social che i live streaming sono pubblici, gratuiti, e non richiedono investimenti “in tecnologia”, ma li richiedono in termini di conoscenze, professionalità, pianificazione, valutazione e strategia. Se  avete in animo di buttarvi sul live streaming, meglio che vi mettiate anche in animo di farlo professionalmente: non basta gironzolare per l’hotel con la videocamera dello smartphone puntata e sparare un paio di battute per conquistare la propria audience. Non basta, soprattutto, a mantenerla.

Mantenerla viva, costante, attenta, e soprattutto positivamente orientata verso la vostra pagina: nell’immenso proliferare di live streaming “artigianali” (chiamiamoli così), il pubblico Facebook si è già stancato. Solo quelli utili, non invadenti e soprattutto, equilibrati ottengono l’agognato premio di visibilità e interazioni a cui puntiamo.

Ecco dunque il primo punto della lista delle cose da fare (e da non fare) se vogliamo attivare il live streaming sulla pagina Facebook della nostra struttura:

  1. Pianificate, con molta attenzione: mezzi, argomenti, tempistiche, intenti. Prima di andare live, insomma, bisogna studiare il campo e fare tutta una serie di opportune considerazioni.
  2. Affidatevi a un esperto: o almeno a qualcuno che abbia un’infarinatura di conoscenze non solo a livello social, ma anche di marketing, comunicazione e, soprattutto, tecniche di ripresa video. Certo, per girare un video non ci vuole una laurea in astrofisica, ma provate a fare come una gerta pagina di impatto internazionale che è recentemente andata live…con un video “sdraiato” (ovvero ripreso in orizzontale ma montato e quindi mandato in onda in verticale): un pessimo, pessimo esempio di “amatorialismo”.
  3. Analizzate il vostro prodotto, e cercate almeno tre buoni motivi per cui il pubblico dovrebbe conoscerlo: ne avete di più? Anche meglio! Ma non dimenticate di essere obiettivi: nulla potrebbe annoiare di più i vostri follower che seguire uno streaming live su contenuti triti e ritriti: le vostre camere hotel le hanno già viste e riviste sul vostro sito o su Booking, se non avete nulla di nuovo da raccontare in merito, meglio evitare!

Se invece avete un punto di vista interessante con cui proporle… beh, avete vinto: il vostro streaming piacerà sicuramente.

  1. Ricordate di essere creativi: sui social è la regola base, e qui lo è ancora di più. Abbiamo a che fare con un mezzo molto potente (il video, immagini in movimento, la vostra voce che può raggiungere uno ad uno i vostri potenziali clienti), sarà meglio sfruttarlo per proporvi al meglio del meglio delle vostre possibilità, no?

Ora, non vi stiamo certo dicendo di mentire, o abbellire la verità, ma nemmeno di essere noiosi! Sforzatevi di mettervi nei panni dei vostri clienti: che cosa vorrebbero sapere, che non trovano sul sito o sulle vostre brochure? Come si sentirebbero, o vorreste farli sentire, se fossero proprio lì accanto a voi, mentre vi aggirate per l’hotel?

Il live streaming potrebbe essere un ottimo modo per dare un piccolo assaggio della hotel experience che i vostri clienti potrebbero vivere (o sognano di vivere!) una volta da voi… non sprecate l’occasione!

  1. Siate brevi, ma non troppo: date la possibilità al pubblico di conoscervi, ma lasciategli anche un po’ di suspence. Lavorate sulla curiosità innata nelle persone, ma non svelate tutti i vostri segreti. Ricordate che l’obiettivo è non annoiare, e intrigare.
  2. Coinvolgete le persone: che sia tramite un assaggio di hotel experience, o parlando proprio di loro, delle loro esperienze precedenti, di piccoli aneddoti e curiosità, non dimenticate di gratificare l’ego dei vostri ospiti… il ritorno di questo “investimento” è assicurato!

Il segreto di un buon live streaming, sono i tempi

  1. Pianificate “l’evento” step by step, esattamente come fareste con un evento “reale”. Una buona idea sarebbe anticiparlo con dei mini-eventi teaser (per stimolare la curiosità del pubblico), pre-party e farlo seguire da curiosità, “dietro le quinte” e followup.
  2. Regalate qualcosa durante il live streaming: al pubblico piacciono i regali, lo stra-sapete. Un’idea per far avere più successo, con poco investimento, al vostro live streaming potrebbe essere offrire un codice super scontato per prenotare una stanza da voi… valido solo per quei pochi minuti di streaming. Due piccioni con una fava: streaming seguito, click su sito web e booking online garantito.
  3. Siate utili: un altro buon modo per sfruttare i live streaming, è quello di mixarlo con il customer care & satisfaction. Perché le domande live non dovrebbero funzionare, se pianificate bene? Tutto sta ad organizzarsi di modo che i vostri follower e clienti sappiano dove trovarvi, ma soprattutto quando, incoraggiandoli quindi a collegarsi e interagire con il vostro live streaming quando è live, appunto.

Quest’ultimo punto, lo ammettiamo, è un po’ più impegnativo degli altri: costruire una community attiva e attenta sul canale ne è un prerequisito, altrimenti rischiate di trovarvi a fare live streaming parlando a nessuno, rispondendo a domande  che possono essere anche utili, ma non creano engagement al momento (e per questo, forse sono ancora meglio i “vecchi” canali come Tripadvisor, la posta elettronica o i questionari di customer satisfaction, no?)

 

Qualsiasi decisione prendiate, dunque, non dimenticate il mantra: riflettere, pianificare, prepararsi, e solo in ultima battuta agire.

Oppure, lasciate  che lo faccia qualcun altro per voi: se vi siete convinti a provare lo streaming live sulla vostra pagina Facebook, ma non sapete come fare, contattateci per una consulenza mirata cliccando qui o tramite il form, e noi vi aiuteremo!

E non dimenticate di continuare a seguirci sui social per consigli e novità dal mondo hotellerie…

 

Related Posts