Instagram: esempi e consigli per gestire il profilo del tuo hotel

instagram-profilo-hotel

Una delle piattaforme più remunerative (a livello di interazioni, se non proprio di ritorno degli investimenti e cattura di prenotazioni) su cui essere presenti con il proprio hotel è, al giorno d’oggi, Instagram.

Più di Facebook e Twitter? Si.

Più di google Plus? È diverso.

E quindi perché Instagram e non Pinterest, ad esempio? Perché su Pinterest “funzionano” di più contenuti con e-commerce di altro tipo: l’hobbistica e il food ad esempio, anche se il food va molto bene anche su Instagram.

Come abbiamo visto in questo articolo, che ci aiutava a scegliere la piattaforma giusta su cui essere presenti, uno dei criteri fondamentali di selezione (e una delle domande principali che bisogna porsi PRIMA di scegliere la piattaforma social su cui stare) è: ho a disposizione i materiali che servono per tenere in piedi una strategia ragionata e continuativa sul canale?

Nel caso di Instagram, il tutto si traduce nella domanda  fondamentale: ho abbastanza immagini da pubblicare?

E meglio ancora: ho il tempo, la voglia, le capacità di

  1. continuare a scattare con regolarità e costanza foto del mio hotel
  2. scattare quelle stesse foto con un punto di vista originale interessante
  3. lavorarci per migliorarle con filtri e tagli particolari in modo da incontrare i gusti della “massa”
  4. studiare gli hashtag giusti per accompagnarle, quelli che servono per portare quelle stesse foto all’attenzione del pubblico
  5. coltivare quello stesso pubblico dandogli attenzione (cercare nuovi follow che possano stimolare follow back in linea con il nostro target, rispondere ai commenti, creare interazione)
  6. magari investire qualche soldino per spingere alcuni post e “vincere” contro le penalizzazioni del posizionamento organico (si, succede anche su Instagram)

e tutto ciò sempre tenendo conto del fine ultimo, ovvero l’utilità di essere presenti su quella stessa piattaforma (assieme alle altre) per stimolare la brand awareness e l’engagement con i propri potenziali clienti?

Un lavoraccio, se lo chiedete a noi, che richiede focus, passione, e competenze. Ma un lavoraccio che, se ben fatto, può portare grandi soddisfazioni, in misura relativa agli investimenti effettuati.

Vediamo dunque come un hotel può mettere in piedi una buona strategia di presenza su Instagram, e beneficiarne in tempi brevi.

Come abbiamo visto, su Instagram a farla da padrone sono le immagini. C’è poco da fare: immagini belle si traducono in like e follow, immagini ordinarie o “copiate” si traducono in nulla. O peggio ancora, in blocco.

Meglio quindi dimenticare la strategia “cerco su Google immagini e posto come se fosse mio” e concentrarsi sulla creazione di contenuti strategici. E prima ancora di vedere di quale tipo, ricordiamo che sempre, sempre, SEMPRE, dobbiamo far vedere il nostro hotel.

Sembrerà banale, ma non lo è.

Se “vendiamo” il nostro hotel su Instagram, lo dobbiamo far vedere. possiamo inventarci qualche immagine di contorno che ci aiuti a definire “il mood” del profilo, a dare un’idea vaga e stilizzata della hotel experience che si vivrà in hotel (anzi, DOBBIAMO fare queste cose), ma un buon profilo hotel su Instagram deve far vedere l’hotel, c’è poco da fare.

#fallinlivigno #fallinlove #livigno#charmehotelalexander #letsliveit#autumninlivigno #autumn #autunno #autumnmood

A post shared by Charme Hotel Alexander**** (@hotelalexander_livigno) on

E neanche va bene qualche immagine buttata lì a caso, o presa da archivio iconografico fra quelle usate per cataloghi e sito internet… bisogna scattare con un proposito. E con un punto di vista ben definito.

  1. Punti di vista insoliti e dettagli vi aiuteranno a creare un contatto con i vostri follower, stimolare la loro curiosità, trasmettere il vostro “hotelpensiero”. Siate creativi: su Instagram ripaga.

  1. Per lo stesso motivo, postate sul vostro profilo Instagram quanti più “dietro le quinte” possibili: alla gente piace vedere la gente “al lavoro”, e piace ancor di più sentirsi parte di qualcosa che “non si vede tutti i giorni”. I dietro le quinte, le immagini del vostro staff al lavoro o degli altri ospiti in hotel (purchè abbiate tutte le liberatorie del caso, ovviamente), fanno sentire così. Speciali. Privilegiati. E danno uno scorcio unico sulla “vita da albergo”.
  2. Citazioni e motivazioni, sono post imprescindibili (anche se non bisogna trasformare il vostro profilo in quello del Dottor Seuss, quindi andateci piano): un boost di confidenza ogni tanto, qualche frase ispirata su immagine da freestock, e conquisterete i vostri follower.

#feelthealps #livigno #charmehotelalexander #mountains #letsliveit #feelfree #outthecomfortzone #gowild

A post shared by Charme Hotel Alexander**** (@hotelalexander_livigno) on

 

  1. Post celebrativi e iniziative: altra cosa che piace molto ai follower e in generare agli utenti del web, è celebrare assieme a noi le piccole grandi vittorie quotidiane. Se ne avete, rendete i vostri follower partecipi di cosa vi è successo… creerà un legame unico con loro.
  2. Infine, il pezzo forte della strategia: dare la parola agli ospiti. La gente, si sa, è narcisista, e in più adora mettersi in mostra e potersi “stimare”: quale occasione migliore che una bella vacanza goduta fra lusssi e agi nella vostra struttura? Stimolate la condivisione delle foto che avranno sicuramente scattato mentre sono da voi, oppure cercatele e condividetele voi stessi: il repost di immagini funziona ottimamente sia per dare contenuti originali (e gratuiti) al vostro profilo che per coinvolgere e catturare nuovi follower che non si sono spinti fino a seguire il vostro profilo, ma che hanno utilizzato l’hashtag o il tag della vostra struttura. Anche a distanza di tempo, gli farà piacere vedere che per voi conta la loro “opinione”.

And that's how it feels… #hotelalexanderlivigno #charmehotelalexander #livigno #repost with @repostapp ・・・ ❄️😛❤️

A post shared by Charme Hotel Alexander**** (@hotelalexander_livigno) on

 

 

Qui sopra vi abbiamo postato qualche esempio creativo di come stiamo gestendo i profili Instagram per conto di nostri clienti… cosa ne pensate?

Volete provarci anche voi? contattateci per una consulenza mirata, cliccando qui o tramite il form!

Related Posts