LUN – VEN 09.00 – 13:00 | 14:00 – 18:00

hotel-LAB.com

hotel-investire-adesso-affrontare-crisi

Perché è ADESSO il momento di investire nel tuo hotel?

Il periodo, lo sappiamo, non è dei più felici. Le aspettative non sono delle più rosee, anzi, diciamocelo: il tunnel si allunga, piuttosto che mostrare la fine, eppure, eccoci con il nostro consiglio più prezioso… non mollate.

E soprattutto, non smettete di investire nella vostra impresa, nel vostro hotel o sulla vostra destinazioni.

I tempi sono bui, ma come si diceva nel famoso film, “non può piovere per sempre”. L’economia non può sopportare una stasi prolungata, “the business must go on”. E per farlo ha bisogno di gente coraggiosa, di investimenti oculati, di attività e progetti, di slanci, e di smartness.

Come coniugare tutto questo?

Con un buon business plan e con l’impiego intelligente delle risorse.

Perché?

Ma è semplice: per farvi trovare preparati alla ripartenza, in prima linea, pronti a scattare e, perché no, avvantaggiarvi su competitor e altri operatori del settore che invece non saranno stati altrettanto lungimiranti, si saranno fermati, avranno bisogno di tempo per riorganizzare le risorse, ri-pianificare gli step, adattarsi ai nuovi scenari.

Perché aspettare allora, quando potete fare tutto questo ora, approfittando della pausa forzata imposta dall’emergenza?

Ecco una mini-guida su come non farvi trovare impreparati alla ripartenza:

  1. Non smettete di investire nelle infrastrutture, soprattutto in quelle digitali. Se c’è una cosa, infatti, che ci ha insegnato l’epoca del Covid è che quando le persone sono costrette a stare a casa evadono… su web.

E comprano. Tanto. Di tutto.

E sognano, pianificano (nel loro piccolo, ma con i giusti stimoli anche in grande), si lasciano ingolosire. Perché non approfittarne, dunque, per lasciarsi trovare proprio nel momento in cui ancora non sanno di stare cercando proprio voi?

Dove dovreste essere assolutamente presenti?

  • Sui social, coi profili del vostro hotel (che rimandano al sito web, magari con promozioni dedicate, studiate apposta per le esigenze dei viaggiatori di quest’epoca: sicurezza, policies flessibili, garanzie di rimborso, tariffe ad hoc.)
  • Sui motori di ricerca con il vostro sito web (magari nelle prime posizioni di ricerca, magari anche qui con rassicurazioni in merito a safety&health e delle proposte “golose” con cui attirare il traffico).

Cosa dovete ricordare? Che gli acquisti online nell’ultimo anno hanno registrato un aumento netto di più del 40%, per la gran parte realizzato da transazioni mobile, e che le ricerche effettuate da dispositivo mobile si sono tradotte, secondo recenti studi, nel 92% dei casi in acquisti (ne abbiamo parlato qui, qui e qui.)

  1. Rinnovate, innovate: perché non approfittare del momento di stasi, e del fatto che l’hotel è praticamente vuoto, per una ristrutturazione degli ambienti o dell’offerta e dei servizi proposti? Niente complaint dai clienti in house per il rumore, c’è tutto il tempo per effettuare quei piccoli e grandi interventi che magari sono stati rimandati nel corso del tempo, e ci sono anche gli incentivi per procedere con l’investimento ammortizzando con più agio. Riaprire dopo la bufera con una struttura rinnovata e magari nuovi servizi implementati vi darà una marcia in più, proprio quella che serve per fare la differenza.

Quanto alla ristrutturazione dell’offerta, è ora di rendersi conto che il cliente di ieri non è più il cliente di oggi, e il cliente di oggi ha delle nuove esigenze. Meglio prevenirle, venendogli incontro con un’offerta ritagliata sui suoi desiderata, che continuare con la solita strategia, no?

Le leve su cui lavorare?

  • Il prezzo (ahinoi) e i plus (per ovviare all’appiattimento delle offerte)
  • La personalizzazione della hotel experience (e relativa comunicazione)
  • Safety & health (siamo tutti #covidfree in tempo di guerra, no?)
  • Fidelizzazione e reward (i clienti potrebbero essere incoraggiati a tornare se hanno accesso a dei benefit esclusivi ottenuti in cambio della loro fedeltà)
  1. Piccoli passi (e investimenti), grandi risultati: se il portafoglio piange e grossi investimenti non si possono fare, ricordate che a volte serve davvero poco per costruire e curare una strategia che porti risultati. Sfruttate i social! Como abbiamo detto al punto 1. Le ricerche corrono sul digitale, ormai, il vostro target di riferimento è lì che naviga o posta un aggiornamento sui social, e aspetta solo che l’annuncio che vi pubblicizza gli capiti sotto il naso. Nelle giuste condizioni, ovviamente, e strategizzato a dovere.

Bastano davvero poche centinaia di euro investite su Facebook e Instagram, ad esempio, per raggiungere centinaia di migliaia di potenziali clienti. Con la giusta strategia si possono raggiungere numerosi risultati:

  • Lead generation (raccolta di contatti per fare email marketing, ne abbiamo parlato qui)
  • Click verso il sito web (che, se giocati bene e incanalati a dovere, portano al booking – ne abbiamo parlato qui)
  1. Last minute is the new black: in tempo di incertezza il viaggiatore ha imparato a organizzarsi, non per tempo e quindi in anticipo – col rischio di vedersi cancellato il viaggio e confiscate le caparre – ma all’ultimo minuto, anzi secondo. Come farsi trovare, dunque, in maniera tempestiva ed efficace dai potenziali clienti? Le strategie sono 2 (e noi vo consigliamo di metterle in campo entrambe, se potete):
    1. Investendo su Google advertising
    2. Investendo su Facebook/Instagram advertising

Il primo ha tempi di risposta lievemente più lunghi, ma un bacino di utenza più ampio e un’efficacia maggiore sui grandi numeri (posto che venga impostato correttamente e gli venga dedicato un budget consono alle esigenze), il secondo ha il vantaggio di essere più immediato e veloce nella sollecitazione e nella risposta da parte del target selezionato.

  1. Non dimenticare il “fattore Liberi tutti”: ricordate cosa è successo dopo la prima ondata… appena sono state riaperte “le gabbie” tutti si sono precipitati fuori. C’è stata l’estate della movida ripresa, del tutti al mare, le città sono rimaste deserte, è vero, ma più vivibili (e qualcuno è andato anche lì, a trascorrere le meritate vacanze). L’Europa ha timidamente riaperto, e poi richiuso. Talmente in fretta che chi è rimasto alla finestra a guardare, in attesa del “momento giusto” per riaprire sul serio, alla fine lo ha visto passare senza poterne approfittare. Purtroppo. Serve dunque saper essere più reattivi, preparati, pronti sul pezzo con offerte lampo, booking blitz e advertising studiato ad arte per colpire in fretta e dove il terreno è fertile, approfittando finché si può degli sprazzi di sole fra un temporale e l’altro.
  2. Non uno sprint, ma una maratona: la crisi, ormai l’abbiamo capito, colpisce a ondate, e va affrontata con gli strumenti ma soprattutto con l’impostazione giusta. Considerate questa “corsa” per uscirne più una maratona, che uno sprint. Serve fiato, servono forza, costanza e dedizione, e serve impostare degli obiettivi e un percorso per raggiungerli. Serve individuare gli strumenti giusti con cui operare, insomma, non è una cosa facile, né immediata.

Se dovete scegliere quale strada intraprendere, dunque, prima conviene capire che obiettivi avete:

  1. Volete stimolare la brand awareness + il ricordo del brand e i click verso sito? Scegliete i social. Il contatto esclusivo che offrono con i potenziali clienti è una miniera d’oro.
  2. Puntate alle prenotazioni sicure? Scegliete l’advertising Google, abbinato ovviamente a un Booking Online e a un sito web costruito “per vendere”.
  3. Poco budget da destinare al web marketing? Investite sui social e per rendere il vostro sito web il miglior strumento di vendita possibile (smart, integrato, mobile oriented).
  4. Potete scialare? Adottate una strategia mista!
  5. Volete andare sul sicuro? Contattateci per una consulenza mirata alle vostre esigenze…

Avete mai sentito parlare del Business Generator Hotel-LAB?

È il nuovo servizio pensato apposta per gli albergatori che desiderano generare contatti 24 ore su 24, da convertire poi in clienti. Scopritelo qui, oppure contattateci per maggiori informazioni… vi aspettiamo!


image credits: Astratto vettore creata da vectorjuice – it.freepik.com