Nuovi trend prenotazioni e tipologie di clienti: come gestirli vantaggiosamente?

booking-online

Lo sanno bene le OTA (agenzie di viaggio online) così come lo sappiamo noi: in un contesto così competitivo e dinamico come quello del turismo nazionale –e internazionale – oggi, e soprattutto nella sua componente online, è di vitale importanza saper comprendere i comportamenti di acquisto così come le tipologie di cliente che acquistano il proprio prodotto.

Che cosa pensano prima di convincersi ad acquistare? Come si muovono? Perché prenotano? Quali sono le sue abitudini, non solo collegate all’acquisto ma al viaggio? Come si informa prima di partire? Su quali social e piattaforme interagisce?

Sono solo alcune delle domande che si pongono quotidianamente i professionisti del settore: big players come le OTA, e nel loro piccolo anche i singoli albergatori.

Le risposte a queste domande spesso valgono oro, vista la difficoltà di reperirle e tradurle in conoscenze utili per cercare di gestire e incrementare il traffico di prenotazioni sulla propria piattaforma, o sito web.

La tipologia di clienti delle agenzie di viaggio online è in continua evoluzione, così come le loro aspettative. Abbiamo provato a capire quali sono le aspettative dei viaggiatori e quali piccoli dettagli possono rendere il soggiorno di un ospite ancora più indimenticabile”.

Sono le parole con cui Expedia introduce l’ultimo studio a proposito dei propri clienti, e dei trend di crescita e mutazione che li coinvolgono. Vediamo che cosa hanno tracciato e a quali conclusioni (parziali, perché domani cambieranno di nuovo) sono giunti, e come avvantaggiarci di questa conoscenza.

Tralasciando per un momento il fenomeno generazionale dei millennials, di cui abbiamo già parlato qui e qui, e che continua ad interessare in maniera profonda il trend booking online sia per le OTA che per i singoli alberghi, vediamo i 3 trend principali che sono stati evidenziati dalle ricerche Expedia:

  1. Le vacanze benessere “tirano”: le prenotazioni di vacanze “a sfondo wellness” crescono del doppio rispetto alle altre tipologie di viaggio. Il wellness diventa il principale traino dopo la destinazione in sé, ma non pensate che basti scrivere “SPA” sulle brochure, per attirare clienti: chi prenota è molto esigente, e non si accontenta più di un paio di massaggi e qualche vaga proposta. I clienti vogliono pacchetti completi e serietà: classi di yoga, ambienti fitness e wellness ben attrezzati, professionisti a disposizione, programmi nutrizionali e una certa cura nella proposta gastronomica e culinaria, location che siano adeguate alle aspettative e una certa attenzione per tutto ciò che è “bio”, “eco”, “chilometro zero” etc.

La moda la conoscete: adeguarsi è ormai un imperativo, che facciate parte di una grande catena internazionale o che rappresentiate una piccola realtà locale: più saprete dimostrarvi integrati col territorio, a impatto zero, e attenti e organizzati verso la componente “benessere” dell’hotel experience, sarete vincenti sulla bilancia delle prenotazioni.

  1. Viaggi multi generazionali e gruppi is the new black: i viaggiatori si muovono in branco. Un branco-famiglia che comprende 3 generazioni (dai nonni ai nipoti) e rispecchia perfettamente lo “stereotipo” di grande famiglia allargata che trascorre le vacanze con fronte unito e armonia.

Ad agenzie di viaggi, tour operator e hotel non resta che organizzarsi per adattare la propria offerta: family rooms e camere comunicanti, buffet vari e “bilanciati” per tutte le esigenze, e attività di contorno che sappiano sfruttare l’elemento “sociale” del viaggio.

Ecco dunque che vediamo comparire le biciclette a disposizione degli ospiti per esplorare la città, camere attrezzate per ospitare gli ospiti più giovani – non basta più ormai solo la classica culla da avvicinare al letto – e perché no? Magari si può cominciare seriamente a pensare anche ai “bambini pelosi”, che sempre più spesso viaggiano con la loro famiglia.

  1. Arriva la generazione dei “Social Capital Seekers”: anzi, non se n’è mai andata. Da quando i social e i dispositivi mobile hanno preso piede, la generazione X (si, sono ancora i millennials) ha preso possesso non solo dei nostri spazi virtuali, ma anche di quelli reali.

Ossessionati dalla connessione ovunque e a qualunque costo (ma meglio se gratis), gli SCS ormai non considerano nemmeno un hotel che non possa offrire connessione wifi gratuita almeno nelle aree comuni. Bonus e punti fragola per chi la offre anche in camera: purchè sia stabile e gratuita, la connessione wifi conquisterà i loro cuori. E le loro bacheche.

Se infatti le nostre nonne e mamme ci insegnavano che la via per il cuore di un uomo passa per lo stomaco, ora dobbiamo arrenderci all’evidenza:

la via per le prenotazioni sicure passa dal wifi gratuito.

E allora approfittiamone, e assicuriamoci di sensibilizzare il nostro cliente su questo punto: sia sbandierando la nostra offerta sia rendendo indimenticabile la sua hotel experience, di modo che possa parlarne sui propri profili social, e conquistarci nuovi clienti con il passaparola, vera arma di conquista di massa del nuovo millennio.

Come? Stimolando la voglia di condividere online la propria presenza in hotel: selfie corners, gadget in camera per fare foto spiritose, materiali di comunicazione che ripetano – anche in maniera ossessiva – i link ai profili social dell’hotel, con cui interagire durante le proprie tweet sessions, promozioni come pay-per-tweet che stimolino l’engagement social a fronte di un piccolo sconto sulle prenotazioni o un servizio complimentare in hotel, sono sicuramente dei buoni punti di partenza.

E poi, vale sempre la regola d’oro: siate i primi, siate i pionieri, siate creativi.

Solo perché qualcuno non lo sta già facendo, non significa che non sia una buona idea no? E allora inventatevi qualcosa di nuovo! A questi clienti in particolare, piacerà!

Questi erano i trend di prenotazione e le tipologie di cliente rilevati, ma voi cosa ci dite? Vi ritrovate nei profili, avete questo tipo di clienti alle porte o semplicemente desiderate intercettare questo nuovo business che non è ancora vostro? Noi possiamo aiutarvi!

Se volete una consulenza specifica su revenue, web marketing, o la  gestione del vostro sito web o portale prenotazioni, cliccate qui o contattateci tramite il form di contatto per essere ricontattati!

 

Related Posts