Web Design insights: consigli per ottimizzare la home page del vostro sito web

design-sito-web

Il vostro sito web langue, non fa prenotazioni e non convince gli utenti a rimanerci a navigare, men che meno a cliccare il fatidico bottone “prenota”? Può darsi che abbiate accumulato, nel corso del tempo e in mancanza di aggiornamenti del look e delle funzionalità, una serie di problemi collegati all’usabilità e al design dello stesso che non gli permettono di “proporsi al meglio” e “convincere fino in fondo”. Come rimediare?

Affidandosi a professionisti che sappiano analizzare tali problematiche e, soprattutto, risolverle! Il fai-da-te in questo caso non solo è poco praticabile, ma anche sconveniente. Non che vi costi di meno a livello di esborso iniziale, affidarvi a qualche presunto web designer (che probabilmente avrà anche le conoscenze a livello di programmazione, ma non saprà nulla di come funzionano i processi di acquisto nel mercato alberghiero, e non conoscerà le esigenze di integrazione di un sito web che deve ospitare anche un booking engine…), ma finirà per costarvi un’emorragia di potenziali clienti e un drastico abbassamento del tasso di conversione (e del numero di prenotazioni)!

Perciò, diffidate dalle soluzioni facili e “pronte all’uso” e scegliete di affidarvi a chi vi può fornire una consulenza a tutto tondo non solo per rendere “bello” il sito web del vostro hotel ma per renderlo funzionale secondo gli obiettivi che dovreste esservi prefissati: farvi conoscere, vendere camere, fidelizzare i clienti.

Vediamo ora qualche statistica per aiutarvi a capire in che direzione si stanno muovendo i trend e le abitudini di acquisto dei consumatori via web:

  • Sapevate che il 94% delle prime impressioni (buone o cattive) si “giocano” sul colpo d’occhio (e quindi sul design) di un sito web?
  • E che il 48% delle persone intervistate in questa survey ritiene che il miglior biglietto da visita per la credibilità di un business sia un sito web curato a livello di design?
  • E che il 36% delle persone clicca sul logo del business dopo aver raggiunto una pagina qualsiasi del sito dello stesso, per arrivare alla home page e avere tutte le informazione su quell’azienda?
  • E che il 70% dei siti web di compagnia non riportano bottoni con call to actions specifiche nelle proprie home pages?

Non inserire il logo dell’azienda (di solito, in alto a sinistra) in tutte le pagine web di un sito e non inserire call to actions chiare e ben visibili sulla home (ma anche sulle altre pagine) sono due degli errori più gravi che si possano compiere, attualmente, a livello di design, dunque. Abbiamo già imparato qualcosa.

Vediamo invece cosa si aspettano di trovare, i consumatori, nella home page di un sito web e quali insegnamenti possiamo trarre da queste indicazioni:

  • L’86% cerca i prodotti e i servizi offerti dall’azienda (Sito = vetrina e brochure, ma più funzionali!)
  • Il 64% le informazioni su come contattare l’azienda (perché il sito è una vetrina, ma non sostituisce il contatto “umano” e diretto)
  • Il 52% le informazioni generiche sulla compagnia
  • Solo il 27% cerca testimonianze e altre informazioni/utilities marketing
  • Solo il 12% cerca i contatti social (il che ci fa capire che il business vero si “fa” sul sito web, a cui i social dovrebbero sempre rimandare… non sostituirsi)
  • L’8% cerca il blog (per approfondimenti sugli argomenti attinenti al business e all’orizzonte generico in cui si muove – nel caso degli hotel, ad esempio, sulla destinazione in cui si trova, le attività da svolgere in loco, consigli, curiosità… o almeno: questo è ciò che vi consigliamo di inserire nel vostro blog!)
  • Solamente il 2% cerca un pricing. In home page. Questo sì che ci dà da pensare…

I clienti non vogliono vedersi sbattere in faccia i prezzi… ma non significa che non siano proprio a caccia di quelli, e dei migliori su piazza, nella fattispecie, quindi fate attenzione: stiamo parlando della home page del vostro sito e di come dovrebbe essere costruita. Ovviamente, quando si tratta di hotel nello specifico, la gran parte degli utenti vorrà trovare la maschera per le query del booking online… oltre a quanto sopra nominato.

Ora, un paio di insights che potrebbero farvi venire i capelli bianchi:

  • il 70% dei business online fallisce i propri obiettivi per colpa di un sito web poco funzionale a livello di design e usabilità.
  • L’aggiunta di un solo secondo di ritardo nel caricamento delle pagine web può causare perdite nelle vendite fino al 27% del totale
  • Il 94% dei feedback negativi sui siti web sono critiche sul design
  • Il 38% delle persone smetterà di visitare un sito web (e probabilmente non ci tornerà più) se il look del sito non incontrerà il loro gusto.

Inifne, un insights di “conforto”:

  • Il 69% dei siti web che accompagnano usabilità a un design accurato sono propensi non solo a migliorare, ma a superare le aspettative di vendita

Tutto ciò cosa ci insegna, dunque?

  1. Anche l’occhio vuole la sua parte, ma i contenuti devono essere forniti in maniera intelligente, oltre che “bella” sul sito web
  2. Le aspettative dei clienti vanno soddisfatte, in alcuni casi incoraggiate, in altri… pilotate, verso la direzione che vogliamo noi. L’occhio del cliente va coccolato, ma anche educato. Di sicuro, non va mai stancato
  3. Le informazioni riportate nella home page del sito devono essere chiare, disposte in maniera ragionevole, facili da reperire e comprendere (il che implica leggibilità, velocità del caricamento della pagina, etc.)
  4. Bisogna sempre affidarsi a professionisti che sappiano fare il proprio lavoro e aiutarvi a migliorare il sito web con proposte calibrate sulle vostre esigenze!

Contattateci, quindi, utilizzando il form sul nostro sito, e studieremo insieme un piano strategico per dare al sito web del vostro hotel una marcia in più!

Related Posts